array(37) { ["SERVER_SOFTWARE"]=> string(68) "Apache/2.4.6 (CentOS) OpenSSL/1.0.2k-fips mod_fcgid/2.3.9 PHP/5.4.16" ["REQUEST_URI"]=> string(55) "/ligp-porta-in-alto-laceto-balsamico-di-modena/?f=novit" ["REDIRECT_UNIQUE_ID"]=> string(27) "XBY3HnMihnept24z6aMKPAAAAAI" ["REDIRECT_HTTPS"]=> string(2) "on" ["REDIRECT_SSL_TLS_SNI"]=> string(18) "www.duevittorie.it" ["REDIRECT_STATUS"]=> string(3) "200" ["UNIQUE_ID"]=> string(27) "XBY3HnMihnept24z6aMKPAAAAAI" ["HTTPS"]=> string(2) "on" ["SSL_TLS_SNI"]=> string(18) "www.duevittorie.it" ["HTTP_USER_AGENT"]=> string(40) "CCBot/2.0 (https://commoncrawl.org/faq/)" ["HTTP_ACCEPT"]=> string(63) "text/html,application/xhtml+xml,application/xml;q=0.9,*/*;q=0.8" ["HTTP_HOST"]=> string(18) "www.duevittorie.it" ["HTTP_CONNECTION"]=> string(10) "Keep-Alive" ["HTTP_ACCEPT_ENCODING"]=> string(4) "gzip" ["PATH"]=> string(49) "/usr/local/sbin:/usr/local/bin:/usr/sbin:/usr/bin" ["SERVER_SIGNATURE"]=> string(0) "" ["SERVER_NAME"]=> string(18) "www.duevittorie.it" ["SERVER_ADDR"]=> string(13) "95.110.192.25" ["SERVER_PORT"]=> string(3) "443" ["REMOTE_ADDR"]=> string(13) "54.84.236.168" ["DOCUMENT_ROOT"]=> string(26) "/home/www/mage_duevittorie" ["REQUEST_SCHEME"]=> string(5) "https" ["CONTEXT_PREFIX"]=> string(0) "" ["CONTEXT_DOCUMENT_ROOT"]=> string(26) "/home/www/mage_duevittorie" ["SERVER_ADMIN"]=> string(14) "root@localhost" ["SCRIPT_FILENAME"]=> string(36) "/home/www/mage_duevittorie/index.php" ["REMOTE_PORT"]=> string(5) "33448" ["REDIRECT_QUERY_STRING"]=> string(7) "f=novit" ["REDIRECT_URL"]=> string(47) "/ligp-porta-in-alto-laceto-balsamico-di-modena/" ["GATEWAY_INTERFACE"]=> string(7) "CGI/1.1" ["SERVER_PROTOCOL"]=> string(8) "HTTP/1.1" ["REQUEST_METHOD"]=> string(3) "GET" ["QUERY_STRING"]=> string(7) "f=novit" ["SCRIPT_NAME"]=> string(10) "/index.php" ["PHP_SELF"]=> string(10) "/index.php" ["REQUEST_TIME_FLOAT"]=> string(14) "1544959774.311" ["REQUEST_TIME"]=> string(10) "1544959774" }
Novità
back
< >
febbraio 2012

L’IGP porta in alto l’Aceto Balsamico di Modena

Il marchio IGP porta in alto l’Aceto Balsamico di Modena, al primo anno di produzione certificata, che si è piazzato al primo posto nella Top 15 della classifica Qualivita ISMEA 2011 dell’Italia delle Denominazioni, davanti a Grana Padano DOP, Parmigiano-Reggiano DOP, Pecorino Romano DOP, Prosciutto di Parma DOP.

L’Aceto Balsamico di Modena è stata l’unica new entry della Top 15, esordendo direttamente al primo posto, con 10 spighe Qualivita, in ragione delle ottime performance economiche, fatturato 243 milioni di euro all’origine, 405 milioni al consumo, ma soprattutto per la quantità di volumi esportati, calcolati in 195 milioni di fatturato (quasi il 50% del proprio fatturato, il doppio rispetto agli altri prodotti DOP e IGP che all’estero raccolgono poco più del 25% del fatturato). Nel corso dell’ultimo anno la produzione è quintuplicata, regalando al comparto degli aceti balsamici il quarto posto nella graduatoria DOP e IGP dei fatturati all’origine.

Da rimarcare, inoltre, come questo risultato arrivi nonostante l’invasione del mercato degli aceti da parte di prodotti similari, genericamente indicati come “condimenti balsamici”, che si impongono soprattutto nei canali GDO e HORECA.

Genuino fino all’ultima goccia

scopri di più

Scopri come viene prodotto l’Aceto Balsamico Due Vittorie: una garanzia per gusto e tradizione

Top Chef

scopri di più

Due Vittorie sarà per il terzo anno
l'Aceto Balsamico scelto da MasterChef

Gennaro Esposito
Paccheri con alici e Aceto Balsamico
Alex Atala
Pesce con cannella e Balsamico
Massimo Bottura
Crostatina al limone con Aceto Balsamico

    I grandi chef e l'Aceto Balsamico di Modena IGP