Eventi
back
< >
novembre 2011

Una visita al Museo del Balsamico Tradizionale

Un mito modenese, quello dell’aceto balsamico. Un mito che gli appassionati di questo eccelso prodotto possono vivere, oltre che gustare, in un ambiente pensato proprio per valorizzarne storia e produzione. Stiamo parlando del Museo del Balsamico Tradizionale Spilamberto.

La struttura è divisa in 7 aree: sala proiezione, riservata al cortometraggio “Il Balsamico della tradizione secolare”; la botte con l’acetaia, la bottega del bottaio, la cottura del mosto, la pigiatura, il vigneto e la vendemmia; sala degli oggetti e dei documenti storici e scientifici sull’aceto balsamico tradizionale di Modena; sala degli strumenti e delle tecniche di assaggio; la Consorteria dell’Aceto Balsamico tradizionale, con insegne, strumenti, pubblicazioni e riconoscimenti; l’Acetaia sociale della Consorteria, con una piccola sala dedicata agli assaggi e infine il bookshop, dove è possibile acquistare ricettari e libri sull’aceto balsamico.

Il Museo del Balsamico Tradizionale si trova presso la Villa comunale Fabriani, in via Roncati 28 a Spilamberto (Mo). E’ aperto da martedì a domenica, con orario 9.30 – 13.00 / 15.00 – 19.00. Adesso che si avvicinano le fredde giornate invernali soprattutto, una visita in questa bella struttura può essere davvero una soluzione alternativa al pomeriggio in casa. Soprattutto perché il biglietto intero per gli adulti, con degustazione compresa (la domenica mattina o su prenotazione) viene solo 4 euro.

Genuino fino all’ultima goccia

scopri di più

Scopri come viene prodotto l’Aceto Balsamico Due Vittorie: una garanzia per gusto e tradizione

Top Chef

scopri di più

Due Vittorie sarà per il terzo anno
l'Aceto Balsamico scelto da MasterChef

Gennaro Esposito
Paccheri con alici e Aceto Balsamico
Alex Atala
Pesce con cannella e Balsamico
Massimo Bottura
Crostatina al limone con Aceto Balsamico

    I grandi chef e l'Aceto Balsamico di Modena IGP